RAP E CANZONE D’AUTORE SI INTRECCIANO IN “CON ME”, IL NUOVO SINGOLO DI KRIFAL

RAP E CANZONE D’AUTORE SI INTRECCIANO IN “CON ME”, IL NUOVO SINGOLO DI KRIFAL

“Con Me”: un mantra, un inno, un appiglio e per molti giovani, cresciuti in situazioni complesse, quasi un dogma, un pilastro che, sviluppatosi sulle fondamenta di quel “tutto” sorto dal “niente” , come un fiore sbocciato nel deserto, si fonde alla consapevolezza, prematuramente adulta, che nella vita occorre imparare a contare solo su stessi, diventando uno scettro, una corazza, un’armatura intangibile ma al tempo stesso austera ed ingente, impermeabile agli attacchi degli altri, ma anche ai loro sentimenti.

Ed è proprio “Con Me” il titolo che il giovanissimo e brillante Krifal, tra le migliori promesse della nuova scena italiana, ha scelto per il suo nuovo singolo, un brano intimo e personale, che spogliato da futili cliché e racconti distanti dall’esperienza diretta, colpisce sin dal primo ascolto per immediatezza e spontaneità, evidenziando una capacità autorale di raro riscontro, un’impronta stilistica fortemente riconoscibile ed un’urgenza espressiva autentica e cristallina.

Ascolta su Spotify.

Scritto dallo stesso Krifal, al secolo Leonardo Termini, e prodotto dall’attento e minuzioso lavoro del BFX Studio di Savona, “Con Me” (Red Owl Records/Visory Records) è un viaggio a ritroso in sé stessi e in chi ci circonda, una suggestiva escursione tra barre intrise di verità e risolutezza e sonorità attualissime, sfumate da quel velo di malinconia che ben si accorda ad un testo denso di desiderio di rinascita; rime sincere e sentite, vestite da un abito sonoro cucito ad hoc con elementi d’Oltreoceano e ritmi tipicamente nostrani, per un risultato accattivante e fresco, ma al tempo stesso vicino alla cultura musicale italiana.

In una lettera a cuore aperto, una dichiarazione al se stesso di domani messa nero su bianco, il Krifal di oggi guarda a volto scoperto il suo lato cupo e nostalgico – «faccio un sorriso, ma rimango triste» – facendo leva sulle sue inclinazioni e capacità – «dentro di me ho una penna che tinge» -, per alleggerirsi di quella corazza iniziale – «serve una goccia d’amore» e guardare al futuro con grinta e determinazione – «Se non trovi la via, ti porterà via la tua energia. Per rifarla mia butterò via la malinconia» -.

«”Con Me” – dichiara l’artista – è un brano che rappresenta un percorso all’interno delle persone, un pezzo che vuole scavare a fondo per trovare le parti più buie, analizzandole e facendo emergere quelle luminose. “Con Me” è questo, la rinascita dal male».

Una rinascita che per essere tale deve partire dalla presa di consapevolezza che in ciascuno di noi abitano zone d’ombra, sentimenti, emozioni e pensieri contrastanti che non vanno ignorati, ma analizzati e compresi per far si che ogni fascio di luce che ci attraversa ci spinga a migliorarci, avvicinandoci sempre di più alla versione migliore di noi, a ciò che vogliamo diventare, facendo sì che quel “Con Me”, l’unica convivenza dal quale non ci è concesso fuggire, diventi piacevole ed armoniosa, per noi stessi, ma anche per coloro che, posata l’armatura, possiamo rendere partecipi di un percorso che, camminato insieme, arricchisce ciascun viaggiatore.

KRIFAL BIOGRAFIA

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *